Keelton - Cose da questo mondo
Keelton - Cose da questo mondo

Le Routes de la Lavanda

Diversamente da quanto avviene quasi sempre, qui il titolo non dice "La Route de la Lavanda", bensì "Les Routes de la Lavanda" perchè i percorsi da poter fare sono diversi.

 

Indipendentemente da quale sceglierete (magari tutti, se avrete voglia e tempo), la prima cosa da sapere è che la lavanda fiorisce da giugno ad agosto inoltrato e non fiorisce uguale ovunque e sempre; esattamente come avviene con l'uva e la vendemmia, ogni zona va un pò a se, a seconda dell'altitudine, dell'esposizione al sole e del clima dell'anno in questione.

 

Questo significa che il mototurista corre il rischio di partire dall'Italia e arrivare troppo presto o troppo tardi per vedere la favolosa fioritura viola, tipica degli arbusti di lavanda.

 

Se non volete sbagliare, andate nella prima quindicina di luglio, poichè virtus in medio stat, ovvero la ragione sta nel mezzo; nel restante periodo la troverete, ma a zone, secondo questa regola: indicativamente, più a nord fiorisce (e sfiorisce) prima, a sud il contrario. Per cui a giugno preferite l'itinerario "nord", a luglio il "centrale" e ad agosto il "sud".

 

Tenete anche presente la notevole differenza chilometrica tra i tre percorsi che vi propongo.

 

 

Per tutti e tre, ma soprattutto per il "centrale" e il "sud", tenete presente che les gorges du Verdon stanno veramente a un tiro di schioppo, (meno di 10 km nel caso dell'itinerario sud), e a mio avviso sarebbe veramente un peccato farsele sfuggire. Altra cosa che resta molto vicina agli itinerari "centrale" e "sud" è la Route des Ocres, che offre colori magnifici.

 

Nel caso dell'itinerario sud, inoltre, a evest vi troverete a poca strada dalla città di Avignone, con il suo palazzo papale e il ponte della famosa canzone.

 

Se avete intenzione di fare più di uno degli itinerari sopra elencati, oppure se volete legarli alle gole del Verdon, un buon punto intermedio dove cercare albergo è la città di Manosque.

Itinerario nord

L'itinerario nord non prevede visite di antichità; è, dei tre, il più agreste, nonchè quello dove la lavanda sfiorisce prima, però è anche un percorso molto piacevole da fare un moto, tra paesi molto piccoli (100- 200 abitanti), che offrono prodotti locali di qualità artigianale. Insomma: qui se magna e se beve bene, se spenne poco e si, c'è pure un po' de lavanda!

Itinerario centrale

Vi riporto una recensione che ho trovato su internet, che non credo di poter migliorare con parole mie: "Viens è uno splendido borgo medioevale, restaurato con estrema cura, incastonato tra coloratissimi paesaggi e campi di lavanda, che offre il meglio di se nella Torre dell'orologio, nelle belle case antiche e nei vicoli stretti a nido d'aquila". ...Convincente, no?

 

 

Itinerario sud

Se fate l'itinerario sud, vi consiglio una visita a Valensole; non è molto famoso, anzi direi che è abbastanza fuori dalle normale rotte turistiche, ma si tratta di uno dei paesi più grandi di Francia e gran parte della sua estensione è coltivata a lavanda. Nel suo borgo storico troverete piccole distillerie dove fare acquisti utili ad ubriacarvi con roba buona :-) e anche il miele alla lavanda, che credo producano solo qua. C'è anche una bella fontana del 1700... E se proprio vi va di c..o che capitate la terza domenica di luglio, vi troverete in mezzo alla festa della lavanda.

Altro luogo interessante è Cavaillon, con le sue coltivazioni di meloni, che trovate anche al mercato del lunedì mattina; se non vi piacciono i meloni qui trovate anche le mielleries, cioè le case del miele, e poi ancora le sirop au mimosa (che è una bevanda analcolica alla mimosa), la creme au melondelice de Cavaillon (liquore al melone) e l'aperitif au tarfut, aperitivo al tartufo. Io non ho provato niente e quindi non mi pronuncio. Nella foto, l'arco di trionfo romano di Cavaillon.

Bonnieux e Gordes, dove hanno girato il film "Un'ottima annata", di Riddley Scott, con Russel Crowe, motivo per cui li ho inseriti anche nella Marrakech Express Road. Da questo punto di vista, immancabile una vistia alla piazza principale di Gordes, location centrale del film.

 

Al di là del film e dei paesaggi di lavanda, qui troverete Pont Julien, un ponte romano, una bella foresta di cedri, e tutta la cittadina di Gordes è di per se un bel motivo per una sosta.

Fermatevi a Buoux, dove troverete l'omonimo Forte in rovina, visitabile (a piedi e su per questa scala, auguri!). Altre cose interessanti lungo la strada: a Les Agnels c'è la distilleria Agnel, che risale al 1895 ed è ancora attiva, mentre ad Atp c'è la distilleria Coulet, che non ho idea di quanto vecchia sia ma fa roba buona :-)

 

Non dimenticate, infine, che a poca distanza a ovest di questo itinerario troverele le Gorges du Verdon, mentre a est la strada vi conduce ad Avignon, con il palazzo della cattività avignonese e il famoso ponte "tronco" della canzone.

 

Insomma, per vedere tutto dovete fare delle vacanze lunghe.

 

Lamps.

Scrivi un commento

Commenti

Inserisci il codice
* Campi obbligatori

Hai una storia da raccontare?

Se hai fatto un viaggio speciale e vuoi condividerlo con altri motociclisti pubblicandolo qui, oppure se hai un argomento che ti sta a cuore, scrivi a storiediviaggio@su2ruote.com

Consiglia questa pagina su:

Stampa Stampa | Mappa del sito
Keelton - Cose Da Questo Mondo